Un approccio innovativo e creativo per costruire il Biciplan

Mobility Bootcamp

Città Metropolitana di Genova e Talent Garden Genova hanno organizzato “Mobility Bootcamp 2019”, un concorso di idee, dedicato agli studenti universitari, per creare una nuova concezione di mobilità ciclabile per il territorio metropolitano genovese.

L’obiettivo dell’iniziativa è la ricerca di soluzioni intelligenti e innovative per favorire l’integrazione di questa tipologia di mobilità con i servizi di trasporto pubblico e con gli altri sistemi di mobilità sostenibile, incentivare l’uso della bicicletta negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, nonché migliorare la sicurezza attiva e passiva della circolazione e la vivibilità urbana.

Gli studenti nelle due giornate del 10 e 11 dicembre 2019, organizzati in gruppi con diverse competenze (Architettura, Urbanistica e Design, Ingegneria ed Informatica, Finanza e Legal, Business Model e Marketing) e assistiti da startupper di successo ed esperti del settore hanno sviluppato idee originali ed innovative, assistiti da startupper di successo ed esperti del settore che hanno messo a disposizione la propria esperienza nei differenti tavoli di lavoro: Liguria Digitale, MSC Austria; Erg, Rina, Axpo, BIP (Business Integration Partners), Gecar, facoltà di Economia, facoltà di Ingegneria, equipe di ricerca dell’Università di Genova.

Il giorno 11, dedicato alla presentazione e valutazione dei progetti e alla premiazione, si è svolto all'interno della sala del Consiglio di Città Metropolitana di Genova, alla presenza di una giuria che ha riunito esponenti delle istituzioni, dell’Università, di Amt e Atp, giornalisti, ecc. e del Sindaco metropolitano Marco Bucci. La squadra vincitrice “Bizena” (Vivian Gualco, Valeria Risso, Michela Liberato e Najib Hamade) ha sviluppato un’idea di recupero dell’esistente che mira a riqualificare spazi, garage e fondi urbani sfitti o inutilizzati mettendoli a disposizione ai ciclisti attraverso un codice QR dedicato, che si sono aggiudicati la possibilità di svolgere un tirocinio curriculare o extracurriculare della durata di 5 mesi offerto da Città Metropolitana di Genova presso le proprie sedi, per sviluppare il progetto ideato durante il Mobility Bootcamp, oltre ad avere accesso per un anno a tutti gli spazi della rete Talent Garden.

Della loro idea, la giuria ha apprezzato soprattutto la semplicità realizzativa, la possibilità di usarla per riqualificare spazi della città dimenticati e pure la componente innovativa, con gli accessi ai garage regolati con QR code e la creazione di una chatbot su Messenger per dare assistenza ai ciclisti ed eventualmente metterli in contatto con un operatore umano; in un secondo tempo, la raccolta dei dati sui tragitti più trafficati permetterà al Comune di sapere dove intervenire e anche di stabilire accordi commerciali con negozi specializzati, che potrebbero creare loro “point” di assistenza lungo i percorsi e, in cambio, sostenere in tutto o in parte i costi di gestione delle aree di sosta.

Anche gli altri gruppi di lavoro hanno suscitato interesse nei giurati: molto apprezzate, in particolare, l’idea di premiare fiscalmente le aziende genovesi che incentiveranno i dipendenti ad acquistare e usare la bici (progetto “Zelly Bike”) e quella di realizzare una sorta di “bike-Waze”, un’app per ciclisti attraverso cui segnalare le strade più sicure e veloci, buche, lavori in corso e così via (progetto “Rate your Road”). 
Menzione d’onore da parte del sindaco in persona agli ideatori di “Green Mobility of Genoa”, in particolare per la tecnologia delle e-bike che permette il recupero dell’energia generata in discesa per usarla in salita.