Il BICIPLAN di GenovaMetropoli

Il Biciplan di GenovaMetropoli

È il piano di settore per promuovere la mobilità ciclistica previsto e coordinato dal PUMS, il Piano urbano della mobilità sostenibile che la Città Metropolitana di Genova ha approvato il 31 luglio 2019. Il PUMS attua, a sua volta, il PSM, il Piano Strategico Metropolitano, in un orizzonte temporale di medio-lungo periodo, sviluppando una visione di sistema della mobilità urbana nel capoluogo genovese e nell’intera area metropolitana.

La Città metropolitana, a partire da una analisi di contesto preliminare, da sviluppare con il piano, ha elaborato le linee di indirizzo per la formazione del Biciplan, che contengono l’approccio metodologico, la programmazione delle fasi ed attività e le principali linee strategiche del Biciplan, in coerenza con gli strumenti di pianificazione dell’Ente e con gli indirizzi normativi nazionali.

La costruzione del piano è stata avviata con una iniziativa inedita e particolarmente innovativa, il Mobility Bootcamp 2019, un contest che ha sfidato i giovani universitari a proporre idee per la mobilità ciclistica. È quindi previsto un percorso partecipato strutturato e aperto ai contributi dei comuni metropolitani e all’interazione con tutti i portatori di interessi, che accompagnerà la formazione del piano e la sua attuazione, in una logica di inclusione e accountability.

Nel Biciplan saranno definite strategie e obiettivi, che si tradurranno in azioni e interventi, individuando priorità e investimenti necessari.

A seguito della formale adozione del Biciplan, verrà dato avvio alla fase di pubblicazione dei documenti di piano e alla raccolta e analisi delle osservazioni, anche ai fini del procedimento di valutazione ambientale strategica.

Sulla base delle osservazioni pervenute e della pronuncia di valutazione ambientale sul piano si potrà procedere alla stesura finale del piano ed alla sua approvazione da parte Consiglio metropolitano. L’attuazione del Biciplan sarà soggetta a monitoraggio triennale (2021-2024), in coerenza con il programma finanziario triennale di attuazione degli interventi definiti dal piano.